Tradizioni sarde
Fascino e storia

Tempo di Viaggi Travel Agency & Tour Operator

Per tutti gli amanti della Sardegna e per tutti coloro che ancora non hanno avuto il piacere di visitare questa bellissima terra, ma che desiderano visitarla per rendersi conto delle bellezze naturali di cui dispone, questo articolo è per voi. Vi porteremo in viaggio attraverso le tradizioni sarde dalla musica fino alle feste isolane, che caratterizzano da sempre la cultura sarda.

vestito1

La musica sarda:


La musica tradizionale sarda sia cantata che suonata è molto antica.
Una delle più caratteristiche danze sarde, chiamata su ballu tundu, viene accompagnata dal suono delle launeddas, un antico strumento a fiato, formato da tre canne palustri.
Il canto a tenore è tipico delle zone interne della Barbagia, ed è ritenuto un’espressione artistica peculiare unica al mondo.


I costumi:


I costumi della tradizione sarda rappresentano, un chiaro simbolo di appartenenza a specifiche identità collettive. Ogni paese ha un proprio abbigliamento tradizionale, maschile e femminile, che lo differenzia dagli altri paesi.

I materiali utilizzati per la loro realizzazione sono di diversa tipologia, si va dall’orbace alla seta, dal lino al cuoio.
-Componenti abito femminile: Copricapo, la camicia, il corpetto, il giubbetto, la gonna, il grembiule.
-Componenti abito maschile: Copricapo, la camicia, il giubbetto, i calzoni, il gonnellino, il soprabito, la mastruca “una giacca di pelle di agnello”.


costumi

Le feste isolane:


La vita delle comunità isolane è da sempre scandita dalle feste tradizionali, che anche in epoca moderna, hanno il compito di riaffermare la propria identità culturale.
Spesso le feste durano per diversi giorni e coinvolgono tutta la comunità, per l’occasione si preparano dolci speciali e si organizzano banchetti a base di pietanze tradizionali.
Feste popolari più conosciute:
-Faradda di li candareri a Sassari
-La calvalcata sarda a Sassari
-Sant’Efisio a Cagliari
-La sagra di Sant’Antioco Martire Patrono della Sardegna
-La sagra del Redentore a Nuoro
-Sa Sartiglia a Oristano
-La festa del Rimedio a Ozieri
-San Simplicio a Olbia
-I festeggiamenti del carnevale in Barbagia


vestiti

Cibi profumi e sapori:
I cibi della cucina sarda derivano tutti da una tradizione pastorale, contadina e marinara, basati su ingredienti semplici e originali.
Alcuni primi piatti tipici sono i malloreddus, i culurgiones, il pane frattau, la fregula, la zuppa gallurese e le lorighittas.
Come secondi piatti gli arrosti, come il maialino, sono considerati l’emblema della cucina sarda.


pecore

Il formaggio:


Grazie alla sua antica tradizione pastorale, la Sardegna vanta una vasta produzione di formaggi pecorini esportati ed apprezzati in molte parti del mondo soprattutto in Nord America.



ISOLA D'ELBA:

mare1

UNA STORIA DA SCOPRIRE!